27 maggio 2007

aNobii

Piove, e allora che fare?
Sistemo la mia micro-libreria personale, e per essere sempre più 2.0, la posto tutta su aNobii.
aNobii è il social network dei libri, un po' come lo è flickr per le foto, youtube per i video, del.icio.us per i bookmark, last.fm per la musica... ci siamo capiti? :)
Si può registrare la propria libreria, vedere la libreria di altri e scoprire cose nuove, gestire prestiti, lasciare commenti e scambiare opinioni, e crearsi una wishlist.
L'interfaccia è pulita e funzionale, e basta quasi sempre inserire il codice ISBN per registrare un libro. Nel caso il codice sia sconosciuto, si viene invitati a compilare un form per registrare il libro.
Questo è tutto.

Cosa manca? Un logo riconoscibile, perchè quella virgola bianca su sfondo giallo non ha un'identità, e non fa certamente pensare ai libri.
E soprattutto, cosa vuol dire anobii?


Già che c'ero, ecco come funziona il codice ISBN.


Ho anche aggiunto nella sidebar il link alla mia libreria.
Se vuoi regalarmi un libro, c'è anche la mia Lista dei desideri...
Ci siamo capiti :)

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Dicesi Anobii: parassita che generalmente perfora e divora i libri...Sono proprio quei rompicojoni di insetti xilofagi che rovinano le nostre librerie...
Però qui, in teoria, ha un'accezione positiva perchè i divoratori di libri siamo noi...
Il logo resta comunque un mistero..che sia la larva di un anobii?
Ah se non ci fossi io andri!!!!

ono-sendai ha detto...

ma quante ne sai, Pimpi!

io ne ho scoperta un'altra
ceercavo "Welcome to Moonbase" (0345328590) e nella pagina dedicata compare un link "Praticamente quanto è grande?"
Tu clicchi e ti paragonano le dimensioni del libro in oggetto, con altri in tuo possesso.

Avantissimo

motumboe ha detto...

Sto anobii l'ho scoperto da poco (un paio di giorni), ma per ora sono io a divorare anobii... ;-)

Abbiamo un solo libro in comune, un bel record considerato che abbiamo parecchi libri entrambi ;-)